+39 02 336508809 | ebwitaly@ebwonline.com

Migliora la resilienza prendendo il controllo della tua memoria









Page 1 of 23

Come le memorie emozionali migliorano la resilienza.

In che modo le memorie emozionali migliorano la resilienza.

Pensa al miglior film che hai visto o al tuo pezzo musicale preferito o al tuo evento sportivo più memorabile. Quale delle seguenti emozioni senti: rabbia, tristezza, invidia, felicità, ottimismo, eccitazione, positività?

Non sorprendentemente, il ricordo dei ricordi ci fa provare emozioni. I nostri ricordi non sono razionali, sono strettamente legati alle emozioni che abbiamo provato al momento della memoria. Le emozioni rendono i nostri ricordi potenti e salienti, rendono l'esperienza del ricordo umano.

E i tuoi ricordi di lavoro emotivo più potenti, sono negativi o positivi?

Ti ricordi quando hai fatto una presentazione disastrosa o quando hai fatto un'osservazione imbarazzante inappropriata al tuo capo? Che dire quando hai ottenuto la tua prima promozione? Che ne dici di quando hai consegnato un progetto importante e tu e il tuo team avete ricevuto un premio per risultati eccezionali?

Quando pensi ai ricordi che suscitano potenti risposte emotive, è probabile che i ricordi più potenti siano quelli positivi.

Secondo i ricercatori, questo fenomeno è chiamato fading affect bias (FAB), che si riferisce alla nostra tendenza a dimenticare le emozioni negative più velocemente di quelle positive. Quando ci aggrappiamo a ricordi positivi, siamo felici e resilienti, assicurando così la sopravvivenza dell'umanità.

La ricerca su questo fenomeno non è nuova, i primi studi sono stati completati già negli anni '30, ma solo di recente è stata effettuata una ricerca interculturale.

Lo psicologo Timothy Ritchie, dell'Università di Limerick in Irlanda, ha analizzato i dati raccolti da altri ricercatori in tutto il mondo. Era interessato a sapere se questo fenomeno fosse relativo a culture traversali o se fosse unico nel Nord America.

Più di 560 partecipanti in tutto il mondo, da afroamericani e neozelandesi, a ghanesi, tedeschi e nativi americani hanno partecipato allo studio. Gli è stato chiesto di ricordare gli eventi nelle loro vite, sia positivi che negativi, e di valutare (1) le loro emozioni quando è successo, e (2) mentre lo stavano rivivendo.

I risultati del ricercatore hanno suggerito che il fenomeno FAB si trova in una vasta gamma di culture diverse. Tutti i gruppi etnici ricordavano eventi positivi meglio di quanto ricordassero i brutti eventi. Ciò che è interessante è che questo fenomeno non è influenzato dall'età, non sei più incline a vedere il mondo con occhiali colorati se sei tra i 20 ei 50 anni. 

 
Il punto di vista EBW 

Mentre lo studio ha alcune limitazioni - tutti i partecipanti, ad esempio, sono stati valutati utilizzando la lingua inglese, non nella loro lingua - il principale punto d'appoggio è che la maggior parte delle persone è probabile che ricordi eventi più positivi rispetto agli eventi negativi. Non sappiamo perché le persone lo fanno, ma concentrarsi sui ricordi con emozioni positive rende più facile adattarsi ai cambiamenti e sviluppa la nostra capacità di recupero psicologico.

Concentrarsi sulle emozioni positive ci aiuta ad affrontare le avversità, superare le battute d'arresto e a ridefinire le situazioni negative come sfide, rendendoci più resilienti.

Tuttavia, costruire la resilienza sul posto di lavoro non significa solo concentrarsi su ricordi emotivi positivi, ricordare il passato con "occhiali colorati di rosa" può essere una "spada a doppio taglio". Mentre aiuta a mantenere una prospettiva positiva e può renderci più resilienti, può anche significare che non possiamo riconoscere o prestare attenzione agli indicatori che suggeriscono che le situazioni in corso potrebbero non essere altrettanto positive.

Costruire la resilienza significa comprendere come richiamiamo le nostre emozioni e quale impatto hanno sulla nostra percezione degli eventi in corso. Si tratta di imparare a riconoscere il pregiudizio nelle tue emozioni e sentimenti che ti aiutano a capire e affrontare situazioni difficili.

Comprendere le tue emozioni e il modo in cui i tuoi ricordi ti fanno sentire è parte del processo di sviluppo di Intelligenza Emozionale superiore e resilienza sul posto di lavoro.

Inizia a sviluppare la tua resilienza oggi con questi semplici consigli:

  1. Prenditi del tempo ogni giorno per concentrarti sulle tue emozioni. Cosa senti? Considera in che modo i ricordi emotivi che hai usato quel giorno influenzano il modo in cui ti senti e come influenzano la tua visione del mondo, così come le tue azioni.
  2. Quando le persone ricordano eventi, concentrarsi sui loro sentimenti ed emozioni, sono positivi o negativi, e in che modo le loro emozioni successivamente influenzano i vostri pensieri e comportamenti?
  3. Sii onesto con te stesso su ciò che puoi o non puoi fare.

L'importanza di comprendere la resilienza nel lavoro non può essere sottovalutata. Con questi 3 consigli, puoi sopravvivere e persino prosperare nei momenti difficili.

***************************************************************************************************************************************************

Ritchie, T.D., Batteson, T.J., Bohn, A., Crawford, M.T., Ferguson, G.V., Schrauf, R.W., Vogl, R.J., & Walker, W.R. (2014). A pancultural perspective on the fading affect bias in autobiographical memory. Memory. PMID: 24524255